Comitato direttivo nazionale

Ritorna


O.d.g. sulla sigla del contratto scuola

Il Comitato Direttivo Nazionale della Cgil Scuola, riunito a Roma il 22 maggio 2003, ritiene che la sigla dell’ipotesi di accordo contrattuale dei lavoratori della scuola da parte di Cgil, Cisl, Uil e Snals assuma un rilevante valore politico che assicura ad oltre un milione di lavoratori la certezza del rinnovo contrattuale, con il conseguente adeguamento delle retribuzioni ferme al Gennaio 2001, e respinge, allo stesso tempo, gli aspetti più retrivi dell’offensiva della controparte.

Sulla trattativa e sullo stesso accordo contrattuale hanno pesato, infatti, i condizionamenti politici che la controparte governativa ha messo in atto sia attraverso l'Aran sia con l’intervento diretto dei Ministri Moratti e Tremonti.

Le risorse poste a base della contrattazione hanno risentito della volontà del Ministro dell’Economia di fare cassa per un bilancio dello stato deficitario e di condizionare la contrattazione.

In questo quadro, la sigla dell’ipotesi di accordo contrattuale ha respinto:

  • Il tentativo di piegare l’organizzazione del lavoro scolastico alla logica della controriforma;
  • l’attacco al diritto dei lavoratori della scuola ad avere un contratto;
  • il tentativo di annullare la contrattazione di scuola;
  • la definizione per legge del rapporto di lavoro degli insegnanti sottraendolo alla contrattazione;
  • la separazione contrattuale tra docenti e ata;
  • la privatizzazione dei servizi scolastici;
  • l’attacco all’autonomia e alla collegialità.

Questo risultato è stato ottenuto grazie alla forza messa in campo con le grandi iniziative di lotta della Cgil e con la mobilitazione unitaria dei lavoratori.

Il Comitato Direttivo Nazionale, nella consapevolezza che nell’accordo sono presenti punti critici e ancora aperti, impegna la Segreteria nazionale a predisporre un percorso di approfondimento al fine di costruire, anche in merito a quei punti, proposte e soluzioni condivise per l’imminente rinnovo del secondo biennio contrattuale.

Il Comitato Direttivo Nazionale, nell’auspicare che si sottoscriva definitivamente l’accordo contrattuale da parte della nostra organizzazione, ritiene fondamentale il ruolo che i lavoratori dovranno svolgere nella consultazione democratica, che si svolgerà con le modalità decise dal Comitato Direttivo Nazionale e dai cui esiti dipenderà, per la Cgil Scuola, la sottoscrizione definitiva del contratto. Tutte le strutture sono quindi impegnate a garantire le condizioni per cui i lavoratori possano esprimere con consapevolezza il proprio orientamento.

Approvato all’unanimità


Ritorna