FLC CGIL  VERONA

federazione lavoratori della conoscenza

Più volte abbiamo sollevato, su copiosa segnalazione delle scuole, anche di Verona, le disfunzionalità del sistema SIDI circa l’inserimento dei dati dei Contratti di lavoro.

Tali disfunzionalità, se non prontamente corrette, vanificheranno la novità costituita dal pagamento diretto delle supplenze da parte del MEF.

Ecco alcune operazioni, fra altre che abbiamo già segnalato, che non possono essere fatte e che mettono le Segreterie scolastiche in una frustrante condizione di lavoro e il personale supplente nelle condizioni di non ricevere la retribuzione.

1. Contratto in sostituzione di docente con titolarità in altra scuola e completamento presso la nostra scuola per n. 2 ore settimanali.
Assenza inserita dalla scuola di titolarità. Il sistema risponde: “il dipendente sostituito non è in servizio nella sede indicata, verificare i dati inseriti. Per proseguire con l’inserimento utilizzare il tasto conferma in fondo alla pagina”. Si è proceduto a tale forzatura ma l’R1 è stato rifiutato da NoiPA. Come procedere?

2. Indennità di maternità inserita per la docente nel mese di maggio 2015 in costanza di nomina e proseguita fuori nomina fino al 31/08/2015 (vecchio sistema). L’indennità di maternità fuori nomina deve proseguire fino al 13/09/2015. Il nuovo sistema non si riaggancia con la nomina del precedente anno scolastico e non ci consente la conferma del nuovo spezzone di indennità. Cosa fare?

3. Allattamento: docente titolare presso altra scuola - con completamento per n. 8 ore settimanali presso la nostra scuola, chiede allattamento per n. 4 ore totali alla settimana, nello specifico 1 ora giornaliera.
La scuola di titolarità non conferma l’assenza poiché nel decreto risultano 4 ore giornaliere e non settimanali di allattamento. In conseguenza la nostra scuola non può caricare la sostituzione.

4. Contratto supplenza breve per docente assente perfettamente inserito, convalidato dal DS, trasmesso a NoiPA, viene rifiutato da NoiPA con la seguente motivazione “DATI ANAGRAFICI DIVERSI DA QUELLI RESTITUITI DALL'AGENZIA DELLE ENTRATE”, siamo entrati nel sito NoiPa - anagrafica dipendente, abbiamo controllato tutti i dati anagrafici e contabili e risultano identici. Cosa fare?

Alla richiesta di indicazioni, il sistema tace.

Si impone la rimozione immediata di tali ostacoli e un incontro urgente con i tecnici come emerso dall’incontro del 29 settembre presso il MIUR.    


News Correlate

Categorie

     ata, finanziamenti, scuola statale

News inserita il: 14/10/2015